19 maggio 2008

In bruges

“Come si chiama quell’altro posto?”
“Purgatorio”
“Dove non hai fatto proprio schifo, 
ma non sei andato nemmeno granchè bene...
Come il Tottenham”.

Ray (Colin Farrel) e Ken (Brendan Gleeson) sono due killer professionisti al servizio del nevrotico Harry (Ralph Fiennes). 
Dopo un “lavoro” finito male (Ray ha ucciso, oltre alla vittima predestinata, un bambino) i due vengono mandati “in vacanza” a Bruges (splendida altra protagonista del film). 
L’impatto con la città è diversissimo per i due: Ken la trova bellissima e decide di impiegare il tempo facendo il turista alla scoperta di monumenti, chiese, musei. 
Ray stabilisce dopo 10 minuti che la città gli fa schifo. 
In un susseguirsi di situazioni surreali, fra nani, puttane, droga e skinheads, il film diverte per le situazioni improbabili e le battute al vetriolo. 
Fino al momento in cui Harry telefona a Ken orinandogli di uccidere Ray.
Film strano e piacevole, politicamente scorretto, come non ne vedevo da tempo.


Nessun commento:

Posta un commento