16 settembre 2009

Cosmonauta


Preceduto dal delizioso cortometraggio a pupazzi animati “Sputnik 5”, con protagonisti cani topi e insetti (su tutti la ragna, fantastica!), il film inizia con Luciana che, il giorno della sua prima comunione fugge dalla chiesa per rinchiudersi nel bagno di casa, e mentre dall’esterno la madre (un’intensa e convincente Claudia Pandolfi) le chiede perché le stia facendo questo Luciana risponde “Perché sono comunista!!!” Ambientato a Roma a cavallo fra gli anni 50 e 60, il film segue le vicende di Luciana e della sua famiglia, composta dalla madre vedova, che in seconde nozze sposa un ingegnere “fascista” (Sergio Rubini) e dal fratello Arturo, comunista come il padre e appassionato delle imprese spaziali russe. Questa sua passione verrà trasmessa alla sorella, che, frequentando il circolo della FIGC cercherà di imporre le sue idee. Ma, a quell’epoca, anche fra i compagni una donna intraprendente non era vista benissimo.Non che le cose siano poi cambiante di molto, mi pare.Il film è gradevole, come anche la colonna sonora, composta da pezzi d’epoca “rivisitati” dai torinesi Gatto Ciliegia contro il Grande Freddo e Max Casacci dei Subsonica.

Nessun commento:

Posta un commento