7 ottobre 2009

Inglorious basterds (bastardi senza gloria)


L’ultimo lavoro di Tarantino è un falso storico così falso da sembrare vero.Il film è suddiviso in capitoli ed inizia in Francia, nel 1941, quando il colonnello delle SS Hans Landa, in “visita” alla fattoria della famiglia LaPadite, stermina la famiglia Dreyfus, che Lapadite nascondeva nel seminterrato. La figlia Soshanna riesce però a fuggire. 
Nel frattempo il tenente Aldo Raine con un gruppo di soldati ebrei americani (conosciuti come “bastardi”) pronti a tutto, ma soprattutto ad uccidere i nazisti per portarne lo scalpo a Raine, sta cercando di organizzare, anche con l’aiuto dell’attrice tedesca infiltrata Bridget von Hammersmark un attentato durante una premiere cinematografica che si svolgerà a Parigi, alla presenza delle più alte cariche del terzo reich, Hitler in testa. Caso vuole che la proiezione del film “L’orgoglio della nazione” il cui protagonista è il soldato Frederick Zoller, venga spostato dal Ritz ad una piccola sala cittadina, di proprietà di Emanuelle Mimieux, di cui Zoller si invaghisce. La Mimieux però, altri non è che Soshanna, che decide a sua volta di vendicarsi...
Applausi in sala alla fine del film. Credo non sia necessario aggiungere altro.
Anzi sì, due cose: Christop Waltz, l’attore che interpreta il colonnello Hans Landa, è da oscar, e il film va assolutamente visto in lingua originale, intanto perché è parlato in inglese, francese, tedesco ed italiano, poi perché la scena in cui Aldo Raine/Brad Pitt parla in italiano è semplicemente uno spasso, ma soprattutto per evitare l’effetto Ispettore Clouseau che parla con le Sturmtruppen.

Nessun commento:

Posta un commento