2 luglio 2010

City island



City Island è un tranquillo villaggio di pescatori nel Bronx.Anche la famiglia di Vince Rizzo, agente di custodia in un carcere, ha tutta l’aria della tranquilla famiglia americana. Ma tutti hanno i loro piccoli segreti.Vince adora Marlon Brando e, facendo credere alla moglie di andare a giocare a poker, si è iscritto ad un corso di recitazione, perchè il suo sogno è sempre stato quello di recitare.Vince Jr., il figlio, ha una passione per le fat chicks, e, smanettando su internet con la carta di credito di sua madre, scopre che la sua vicina di casa ha un sito, e inizia a seguirla...Vivian, la figlia, ha perso la borsa di studio al college e si mantiene facendo la lap dancer in uno strip club; Joys, la moglie, è insoddisfatta.Fra le altre cose, ogni membro della famiglia fuma di nascosto, facendo credere agli altri di aver smesso. Quando Vince scopre che Tony Nardella (che è suo figlio, avuto da una relazione giovanile) è detenuto nel carcere in cui lavora accetta di prenderlo in custodia, senza però svelare al ragazzo chi è veramente, le cose precipitano ma, in un crescente e spassoso gioco di equivoci, alla fine tutto si sistemerà.Ho riso di gusto, cosa non scontata e che non guasta mai, e mi sono anche rifatta gli occhi grazie a Steven Strait.

Nessun commento:

Posta un commento