9 maggio 2012

Gli infedeli

No vabbè.
Cioè.
Niente. 
E’ che ieri sera sono uscita dalla palestra e ho pensato di andare a vedere il film, che lo dovevo recuperare in quanto sua bionditudine l’aveva visto venerdì scorso.
Stasera non potevo che dovevo vedere mio cuggino (mio cuggino) a cena, domani probabilmente si va al cinema, e venerdì ho un impegno. Sti cazzi. 
E allora, o ieri sera o mai più (anche perchè a giudicare dalla gente in sala difficile che il film possa durare anche la settimana prossima).
Così sono uscita e mi sono diretta in centro, pronta, nell’eventualità non avessi trovato parcheggio, a far scattare il piano B: andare in un’altra sala, di quelle che io solitamente non frequento, dotata di tutti i comfort, parcheggio e popcorn compresi. Per fortuna mi ha detto culo, e dopo aver parcheggiato in un carico/scarico giorni feriali 9.00/19.00 sono entrata al cinema. In sala eravamo in 10, credo. 
Il film è francese, a episodi, quasi tutti interpretati dalla coppia Dujardin/Lellouche, che, non so a voi, ma a me scatena pensieri abbastanza turpi e financo impuri. Comunque, a parte ciò, il film non è certo memorabile. E la rappresentazione di questi uomini dediti al tradimento compulsivo, alla fine risulta abbastanza patetica. Che I Mostri di Dino Risi, al confronto, sembrano delle brave persone. 
E comunque, per la cronaca, questa sera mio cuggino (mio cuggino) mi ha dato buca.

Nessun commento:

Posta un commento